Home Blog La soluzione montascale
formats

La soluzione montascale

Il montascale è un macchinario che contribuisce al miglioramento della qualità di vita, non solo per soggetti diversamente abili, ma di tutti coloro che vivono un disagio motorio, come ad esempio gli anziani, permettendo loro di oltrepassare in totale autonomia e libertà di movimento, quella che viene considerata la barriera architettonica più complicata, le scale.

In relazione alle esigenze ed alla conformazione del luogo di installazione, si possono adottare diverse soluzioni di impianto:

  • montascale rettilinei, utilizzati per rampe uniche e quindi rettilinee;
  • montascale curvilinei, soluzione che invece segue, di solito, il lato interno della scalinata.

Tipologie

  • Montascale a piattaforma, ideale per le singole abitazioni o scale di accesso agli ascensori dei condomini, specifico per persone che utilizzano una carrozzina; sono dotati di un particolare sistema di traino che è in grado di garantire un preciso movimento e funzionamento a prescindere dall’inclinazione della scala. Sono realizzati per resistere a condizioni di utilizzo continuo e difficile ed in alcuni casi dotati di telo di copertura. Possono essere completamente ripiegati e parcheggiati all’arrivo, garantendo in tal modo la perfetta accessibilità della scala ed il suo normale utilizzo.
  • Montascale a poltroncina, dotato di seggiolino, che permette di superare una o più rampe di scale in posizione seduta, garantendo, grazie ad un particolare sistema di controllo, comfort di marcia senza sobbalzi o scosse anche in prossimità di cambi di pendenze. La poltroncina montascale, oltre che dei comandi incorporati a bordo, è corredato anche di un telecomando che richiama l’impianto anche se nessuno è seduto a bordo. La poltroncina può essere ripiegata e sostata nella posizione più opportuna della scala, in modo da non ostacolarne il passaggio.

Tutti i montascale sono dotati di vari tipi di sistema di sicurezza, certificati secondo norme internazionali, ISO 9001 ed europee EN 29001, collaudati attraverso rigidi controlli prima di essere consegnati.

I sui utilizzi sono molteplici, nei luoghi pubblici, spesso viene adottato per consentire l’accesso alle stazioni o esercizi pubblici di vario tipo, mentre risulta in crescendo la richiesta di installazioni per appartamenti e condomini. In quest’ultimo caso, si dovrà richiedere autorizzazione all’amministratore di condominio che a sua volta dovrà ottenere il parere positivo dell’assemblea condominiale.
Nel caso in cui venga deliberata una risposta negativa, il soggetto disabile avrà la possibilità di avvalersi della legge 13 del 1989 che ha considerato le “maggioranze assembleari minori”, il che vorrebbe dire che se non si raggiunge la maggioranza dei 2/3 alla prima assemblea, sarà comunque sufficiente avere il voto favorevole di 1/3 dei presenti in seconda convocazione.
L’installazione del montascale, in questo caso, sarà a carico di chi lo ha richiesto. Naturalmente l’installazione del montascale, dovrà ad ogni modo, rispettare il limite definito dall’Articolo 1120 del Codice Civile, che determina che l’innovazione non debba in alcun modo pregiudicare l’utilizzo delle parti comuni al resto dei condomini. In tal senso, si dovrà lasciare uno spazio minimo residuo alle scale, che garantisca il passaggio anche in casi di emergenza, come ad esempio per il transito di una barella.

Agevolazioni fiscali

Ai sensi della legge 13 del 1989 e del Decreto Ministeriale 236, che dichiarano che l’installazione di ausili per il superamento delle barriere architettoniche, i montascale (vedi per esempio: http://www.contactsrl.it/montascale-per-disabili.html) fanno parte della tipologia di prodotti rimborsabili ed hanno diritto alle agevolazioni economiche, tutti i soggetti che per motivi di menomazioni funzionali e quindi non necessariamente riconosciuti invalidi, abbiano difficoltà a percorrere a piedi una rampa di scala, il tutto attestato naturalmente da un certificato medico che indichi le varie patologie che implichino le limitazioni del richiedente e le conseguenti difficoltà motorie. I fondi verranno erogati secondo una graduatoria che terrà conto del diritto di precedenza agli invalidi al 100% e dell’ordine cronologico della presentazione della domanda, escludendo invece altri parametri come reddito, età e spesa per la realizzazione dell’impianto.
La spesa sostenuto per l’acquisto del montascale, potrà andare in detrazione dalla dichiarazione dei redditi, arrivando ad un risparmio fiscale tra il 19 ed il 50% della cifra totale, in relazione alla procedura di detrazione alla quale si ha diritto.

Versatilità e sicurezza

Gli ultimi modelli di montascale, occupano uno spazio ridottissimo, possono essere applicati su qualsiasi tipo di scala, anche a chiocciola, senza alcun apporto di modifiche murarie e aumenti di volumetrie. Possono essere fissati direttamente sui gradini della scala, abbassando ulteriormente i costi di realizzazione ed oltretutto il loro utilizzo non ha bisogno di nessuna autorizzazione o licenza.

L’installazione di un montascale non comporta alcun cambiamento dell’impianto elettrico, dato che è sufficiente una semplice presa di corrente che consenta la ricarica della batteria. Sono inoltre dotati di una serie di sistemi di sicurezza che attivati non permettono il funzionamento, rendendo l’impianto inutilizzabile da bambini e da persone non autorizzate.
I montascale di solito sono studiati e realizzati per poter essere usufruiti da chiunque in modo semplice e in completa sicurezza. In ogni caso, conclusa l’installazione, i tecnici  forniscono un dettagliato manuale d’uso e tutte le indicazioni necessarie.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Chiudi

Ai sensi dell’ Art.13 del D.lgs 196/03, www.montascala.eu desidera informarLa che i Suoi dati personali forniti attraverso il presente sito Internet verranno acquisiti e trattati in forma cartacea e/o su supporto magnetico, elettronico o telematico nel pieno rispetto del Codice della Privacy.

Il trattamento di tali dati potrà avvenire per la gestione del contatto derivante dalla compilazione del Modulo del Sito www.montascala.eu.

Il conferimento dei dati stessi è pertanto facoltativo ed il suo rifiuto a fornirli determinerà l’impossibilità di inviare a www.montascala.eu i dati inseriti durante la compilazione del modulo e la mancata gestione del contatto.

Relativamente ai dati medesimi Lei può esercitare i diritti previsti dall’ art.7 del D.lgs n.196/2003 di cui per Sua opportuna informazione ne viene di seguito riportato il testo.

Titolare del trattamento è www.montascala.eu.

Ciò premesso, in mancanza di contrarie comunicazioni da parte Sua, si considera conferito a www.montascala.eu il consenso all’utilizzo dei Suoi dati ai fini sopra indicati.

DECRETO LEGISLATIVO 30.06.2003 N.196
TITOLO II DIRITTI DELL’INTERESSATO ARTICOLO 7
(DIRITTO DI ACCESSO AI DATI PERSONALI ED ALTRI DIRITTI)

  1. L’interessato ha diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.
  2. L’interessato ha diritto di ottenere l’indicazione:
    a) dell’origine dei dati personali;
    b) delle finalità e modalità del trattamento;
    c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici;
    d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’articolo 5, comma 2;
    e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.
  3. L’interessato ha diritto di ottenere:
    a) l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati;
    b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
    c) l’attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.
  4. L’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
    a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

Chiudi